Regolamento Visite Guidate e Viaggi d’Istruzione

Viaggi d'istruzione e visite guidate promuovono un approccio più ampio da parte degli alunni al patrimonio artistico e culturale nazionale ed europee al significato che l'opera d'arte assume nella nostra cultura; rappresentano inoltre una occasione per i giovani di visitare monumenti architettonici, siti archeologici e naturalistici, e più in generale città e regioni, e di venire in contatto con mondi culturali e di vita differenti dal proprio.

 

Tipologia e finalità dei viaggi 

Visite guidate della durata di un giorno e viaggi di approfondimento culturale della durata superiore ad un giorno costituiscono integrazione della normale attività della scuola, sia sul piano della formazione generale della personalità, sia sul piano del completamento della preparazione specifica. Tali attività pertanto devono essere oggetto di idonea programmazione, inserite nel progetto didattico-educativo della classe e quindi sottratte ad ogni iniziativa estemporanea. Devono essere organizzate predisponendo materiale didattico funzionale agli obiettivi che si intendono perseguire, così da consentire adeguata preparazione preliminare in classe, fornire appropriate informazioni durante la visita, stimolare la rielaborazione a scuola delle esperienze vissute

 

Modalità e tempi di presentazione delle domande

Articolo 1: Le autorizzazioni per lo svolgimento dei viaggi sono concesse a richiesta.

 

Articolo 2: L’iter da seguire per la presentazione delle domande è il seguente: dopo l’approvazione del Consiglio di Classe del progetto didattico connesso al viaggio, che avverrà contestualmente alla designazione del “docente coordinatore del viaggio” ed alla indicazione degli insegnanti accompagnatori( uno ogni 15 alunni e selezionati in modo che ogni classe abbia per lo meno un proprio docente come accompagnatore), è necessario raccogliere il preventivo consenso dei genitori e degli alunni maggiorenni allo svolgimento dell’iniziativa ( i relativi moduli, disponibili in segreteria, saranno ritirati dai rappresentanti di classe) con l’indicazione del costo massimo prevedibile. L’adesione al viaggio e il consenso di cui sopra saranno accompagnati anche da un anticipo sul costo complessivo.

 

Articolo 3: Non saranno consentiti viaggi o visite guidate con un numero di partecipanti inferiore ai 3\4 della classe. Se si verificassero assenze consistenti e non documentatamente giustificate di alunni iscritti al viaggio e comunque tali da compromettere la soglia dei 3\4 nella partecipazione, l’autorizzazione sarà revocata e lo svolgimento del viaggio annullato. In questo caso nessuna forma di rimborso sarà prevista fino alla concorrenza di quanto dovuto alle agenzie, agli alberghi, alle ditte di autotrasporto per le penali.

 

Articolo 4: La raccolta delle dichiarazioni di assenso di cui sopra sarà effettuata dai rappresentanti di classe e le medesime verranno successivamente presentate direttamente alla Direzione dei Servizi amministrativi, dopo opportuno controllo, dal docente coordinatore del viaggio unitamente a: copia del materiale didattico predisposto, adeguata relazione illustrativa degli obiettivi didattici e culturali dell’iniziativa, programma dettagliato del viaggio, domanda di autorizzazione nella quale si dovrà fare esplicito riferimento alle decisioni assunte in sede di Consiglio di Classe.

 

Articolo 5: I docenti coordinatori del viaggio potranno proporre nelle domande, previe opportune e possibili intese, particolari abbinamenti per più classi entro il limite massimo compatibile con la disponibilità di posti previsti in un pullman, nell’ipotesi di viaggio con tale mezzo di trasporto. Per le visite guidate di un giorno sarà sufficiente l’approvazione del Dirigente scolastico a ciò delegato in via permanente, per tutto il corrente anno scolastico, dal Consiglio d’Istituto.

 

Con delibera  del 28-11 2008 il Consiglio d’Istituto ha stabilito quanto segue in ordine alla durata dei viaggi:

  •   per le classi prime non sono previsti viaggi d’istruzione, ma solo visite guidate;
  •   per le classi seconde un viaggio d’istruzione in Italia di due giorni con un pernottamento;
  •   per le classi terze un viaggio d’istruzione in Italia di tre giorni con due pernottamenti;
  •   per le classi quarte e quinte un viaggio d’istruzione in Italia o all’estero di quattro/cinque giorni.

 

Articolo 6: La presentazione delle domande corredata della documentazione sopra indicata, dovrà avvenire improrogabilmente entro Dicembre per i viaggi di più giorni e almeno 2 settimane prima della pratica effettuazione per le visite guidate.

 

Articolo 7: La Segreteria provvederà alla organizzazione sotto il profilo amministrativo, gestendo i rapporti con le agenzie di viaggio e/o con le ditte di autotrasporti, anche per la raccolta dei preventivi da presentare al Consiglio d’Istituto. I docenti coordinatori dell’iniziativa possono, comunque, integrare la documentazione da presentare con indicazioni circa le modalità operative, ivi comprese soluzioni riguardo al soggiorno e al viaggio. La Segreteria curerà la pratica organizzazione delle visite guidate. Tempi e modalità di svolgimento dei viaggi sono demandati alle decisioni dei singoli Consigli di Classe. Le visite guidate di un giorno, ad eccezione di quelle relative ai progetti del P.O.F., concorrono al raggiungimento del numero massimo disponibile di giorni a disposizione per questa attività, possono quindi sommarsi ai viaggi d’istruzione, a patto che nel complesso non si superino i 6 giorni.

 

Articolo 8: Si ritiene utile evidenziare che la progettazione degli spostamenti di più giorni, ed in particolare di quelli all’estero, deve essere preceduta da un’attenta valutazione dei costi, non potendo questa Scuola assegnare alcun contributo in forma generalizzata, ma intervenire solo per situazioni del tutto particolari, riferite a comprovate difficoltà economiche, la cui valutazione spetta al Consiglio d’Istituto. 

 

Pagamento insegnanti

I docenti accompagnatori saranno coperti per quanto attiene alle spese di viaggio e al trattamento di missione e riceveranno un compenso secondo la normativa vigente.

 

Personale estraneo

Non si ritiene opportuna a nessun titolo la partecipazione ai viaggi o alle visite guidate di personale estraneo alla scuola.

 

Interruzione del viaggio 

I docenti accompagnatori del viaggio possono, di comune accordo, di fronte a fatti di particolare gravità , interrompere, in qualunque momento, lo svolgimento del viaggio senza che si faccia luogo al rimborso delle quote versate.