Modalità di accettazione delle domande di messa a disposizione (MAD)

 

 

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

 

VISTO

  • il DM 131/2007 “Regolamento per il conferimento di supplenze al personale docente educativo”;
  • il DM 430/2000 “Regolamento recante norme sulle modalità di conferimento delle supplenze al personale amministrativo, tecnico ed ausiliario”
  • la nota MIUR .U.0026841 del 05-09-2020 “Istruzioni e indicazioni operative in materia di supplenze al personale docente, educativo ed A.T.A.
  • l’art. 6 del Regolamento UE 2016/679 sulla protezione dei dati personali;
  • l’art. 2-ter del D.lvo 196/2003 come integrato dal D.Lvo 101/2018;

 

CONSIDERATA la possibilità, in caso di esaurimento delle graduatorie d’Istituto, di dover provvedere alla stipula dei contratti a tempo determinato, inclusi i posti di sostegno, con personale che si è reso disponibile;

 

CONSIDERATO l’alto numero di domande che quotidianamente pervengono a questa Istituzione Scolastica, in particolare tramite la posta elettronica, congestionando la casella stessa e rendendo impossibile la corretta archiviazione e gestione delle stesse;

 

TENUTO CONTO, pertanto, della necessità di gestire in modo agevole e celere di provvedere all’archiviazione digitale certa delle suddette domande e di creare una banca dati di facile e chiara lettura;

 

DECRETA

 

di accettare, in riferimento all’anno scolastico 2021/2022 fino a nuova disposizione, le domande di MESSA a DISPOSIZIONE pervenute esclusivamente tramite l’apposito FORM raggiungibile all’interno della sezione “MAD - Messa a Disposizione” sulla home page del sito web istituzionale.

Le domande possono essere presentate a partire dalla data di prima pubblicazione del presente provvedimento e successivamente dal 1° settembre di ogni anno e fino alla eventuale pubblicazione di provvedimento di chiusura delle candidature; esse avranno validità e saranno utilizzate per un solo anno scolastico. Ogni nuovo anno scolastico la domanda dovrà essere ripresentata con la stessa modalità e non saranno più valide le precedenti. Non si terrà conto delle domande eventualmente pervenute fuori dai termini sopra indicati. Non saranno accettate domande pervenute in altra forma (PEO, PEC, consegna a mezzo posta ordinaria, raccomandata o a mano).

  

Tutte le dichiarazioni devono intendersi rese al fine di conseguire i benefici della stipula di pubblici contratti, e le dichiarazioni false o mendaci anche per omissione subiranno le conseguenze penali previste dal D.P.R. 445/2000. Coloro che dovessero aver già presentato domanda in altra forma, sono invitati a ripresentare l’istanza, utilizzando il modello raggiungibile dal link sopra citato.

 

Si precisa quanto segue:

  • la disponibilità sarà richiesta telefonicamente e l’accettazione dovrà essere tempestivamente confermata tramite mail; è obbligatorio inserire almeno un numero di telefono cellulare; in caso di mancata immediata risposta al telefono e nel caso di mancata conferma in giornata via e-mail, si procederà a chiamare i successivi candidati in elenco;
  • in caso di nuova chiamata per successiva supplenza, il dirigente potrà a sua discrezione procedere alla chiamata di chi non ha risposto a precedenti convocazioni ovvero procedere con i successivi candidati; 
  • non saranno prese in considerazione eventuali istanze di messa a disposizione non complete delle dichiarazioni obbligatorie;
  • potrà essere soggetto a verifica il possesso dei requisiti richiesti e dichiarati nell’istanza di messa a disposizione, ivi compresi gli estremi del conseguimento dei titoli e delle specializzazioni;
  • ai fini dell’eventuale attribuzione di supplenze, per ciascuna tipologia di posto, si seguiranno i seguenti criteri:
  1. Prioritariamente saranno selezionati i candidati in possesso dell’abilitazione all’insegnamento per la tipologia di posto oggetto della supplenza, in ordine di voto di abilitazione espresso, o se necessario ricalcolato dal candidato, in centesimi;
  2. Successivamente, in assenza di abilitati, i candidati saranno graduati sulla base dei punteggi stabiliti dagli allegati A del O.M. n. 60/2020 del 10 luglio 2020;
  3. In ulteriore subordine verranno prese in considerazione anche le messe a disposizione presentate da studenti dei corsi di Laurea Magistrale che frequentano il corso di studi per il conseguimento del titolo di studio relativo al posto in oggetto, in ordine di CFU posseduti;
  4. In mancanza di accettazione da parte delle precedenti categorie, si attingerà ai candidati in elenco che hanno titolo di studio di pari grado, affine e compatibile (a giudizio insindacabile della dirigenza) con quello richiesto per l’abilitazione;
  5. In via ancora più subordinata, si potrà ricorrere a candidati che possiedono titolo di studio di grado inferiore, conseguito in corso di studi affine e compatibile (a giudizio insindacabile della dirigenza) con l’insegnamento previsto;
  6. Tra i candidati del medesimo ordine di priorità come sopra espresso, il possesso titoli accademici, professionali e culturali, certificazioni informatiche e linguistiche ulteriori rispetto al titolo di accesso assegnerà al candidato un punteggio aggiuntivo come espresso dagli allegati A del O.M. n. 60/2020 del 10 luglio 2020.
  7. Fermo l’ordine di chiamata sopra esposto, è richiesto che il candidato prenda servizio entro 24 ore dalla chiamata. In caso contrario si passerà al candidato successivo.
  8. Aver già prestato servizio per l’istituto dà diritto all’attribuzione di 10 punti per anno scolastico o frazione di esso superiore ai 15 giorni; 
  9. In caso di parità sarà preferito prioritariamente il candidato residente a Brescia e in subordine il candidato più giovane di età. In caso di uguale età si farà ricorso al sorteggio;
  10. Saranno depennati anche per gli anni successivi i candidati che dopo aver accettato, rinuncino o non prendano servizio.
  • per l’attribuzione delle supplenze sul sostegno saranno presi in considerazione prioritariamente i docenti in possesso del titolo di specializzazione specifico per la tipologia di posto oggetto della supplenza, nell’ordine in cui sono collocati nell’elenco, e successivamente chi abbia maturato esperienze professionali utili (a giudizio insindacabile della dirigenza) nel campo dell’aiuto alla disabilità;

 

Ai sensi del decreto legislativo 196/2003 e del regolamento UE 679/2016, come armonizzato con il decreto legislativo 101/2018, si informano gli interessati che il trattamento dei dati personali contenuti nelle istanze inviate in risposta al presente avviso verranno registrati in un apposito archivio utilizzato solo ai fini dell’espletamento della procedura di conferimento delle supplenze e saranno cancellati al termine del corrente anno scolastico, al momento della cessazione dell’interesse pubblico per il quale sono stati raccolti e trattati.

Ai soggetti che presenteranno l’istanza di messa a disposizione sono riconosciuti i diritti di cui al D.Lvo del 30 giugno 2003, n. 196 e successive modificazioni, in particolare il diritto di accedere ai propri dati personali, di chiederne la rettifica, l’aggiornamento e la cancellazione, se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento, per motivi legittimi, rivolgendo le richieste al dirigente scolastico di questa istituzione scolastica, titolare del trattamento dei dati.

L’eventuale rifiuto al trattamento dei dati comporta l’automatica esclusione dalla procedura oggetto del presente avviso.

 

Si comunica infine a tutti i soggetti interessati che questa istituzione scolastica procederà alla cancellazione da tutti gli archivi delle candidature e dei relativi dati personali già prevenuti in data antecedente a quella del presente avviso e delle candidature formulate con modalità difformi da quelle indicate dal presente avviso, in quanto prive di interesse pubblico.

 

Rovato, il 31 luglio 2021

 

Il Dirigente Scolastico

Davide Uboldi