Funzioni strumentali

 

Le funzioni strumentali sono incarichi che, con l'approvazione del Collegio Docenti, il Dirigente Scolastico affida a docenti che ne hanno fatto domanda e che, in base al curriculum, possiedono particolari competenze e capacità nelle aree di intervento individuate per favorire a livello progettuale ed organizzativo l’attuazione di quanto indicato nel piano triennale dell’offerta formativa (P.T.O.F.).

I docenti titolari di funzioni strumentali, nei rispettivi ambiti, agiscono svolgendo attività di coordinamento organizzativo e didattico secondo le indicazioni formulate dal Collegio dei Docenti anche a sostegno del lavoro degli insegnanti. Fanno parte dello staff del Dirigente Scolastico e rappresentano un elemento professionale di raccordo fra i docenti e la direzione della scuola.

 

Le funzioni strumentali attivate al Gigli, su indicazione del Collegio dei docenti, sono:

  • Area 1 - Gestione PTOF, RAV, PdM
  • Area 2 - Coordinatore alunni diversamente abili e BES
  • Area 3 - Coordinatore alfabetizzazione alunni stranieri
  • Area 4 - Referente comunicazione esterna ed interna istituto
  • Area 5 - PCTO
  • Area 6 - Orientamento

 

con i seguenti compiti:

  • presidenza delle riunioni necessarie per definire/emendare i singoli documenti o i regolamenti istituzionali insieme ai docenti aggregati all’Area di riferimento;
  • coordinamento e responsabilizzazione del gruppo di lavoro (max 3 unità) assegnato all’area di competenza;
  • Partecipazione alle riunioni dello staff dirigenziale al fine di monitorare in itinere l’andamento delle attività realizzate;
  • presentazione di un report di rendicontazione del lavoro svolto in itinere al Collegio Docenti e in chiusura dell’anno scolastico in correlazione al piano delle attività programmato, ai sotto-obiettivi ed ai risultati conseguiti.

 

 

Criteri assegnazione

Possono presentare la propria candidatura a svolgere attività destinate alle Funzioni Strumentali i docenti:

  • di ruolo o, se non di ruolo, aventi un incarico annuale in questo Istituto da almeno due anni;
  • che presenteranno una dichiarazione scritta di disponibilità alla partecipazione ad iniziative di formazione relative all’attività di loro competenza;
  • in possesso di crediti formativi congruenti con la funzione strumentale che intendono ricoprire, (attestati corsi di Informatica, italiano per stranieri, attestati corsi di formazione correlati all’area scelta, esperienze specifiche osservatore esterno INVALSI, coordinatore progetti, ecc);
  • con buone conoscenze informatiche e multimediali certificate;
  • assiduità della frequenza in classe valutabile in base agli ultimi tre anni (assenze a qualsiasi titolo);
  • assunzione di responsabilità degli incarichi specifici relativi alle varie aree di funzione.

  

Relazioni al Collegio dei docenti

Il docente scelto dovrà relazionare in due momenti: a fine febbraio (relazione in itinere) e a fine giugno (relazione finale).

La relazione di fine anno dovrà contenere informazioni dettagliate sulle attività svolte, sul raggiungimento degli obiettivi e valutazioni,sull’effettiva efficacia dell’intervento funzionale attinente all’Area Funzione Strumentale richiesta attraverso un monitoraggio.

  • Finalità
  • Risultati attesi, indicatori
  • Destinatari
  • Soggetti interni ed esterni coinvolti
  • Collaborazione con enti esterni e/o sul territorio
  • Attività programmate
  • Scansione temporale delle attività programmate
  • Modalità operative

 

Domanda di partecipazione

I candidati dovranno presentare una sola domanda di partecipazione, specificando l’area prescelta. Alla domanda di partecipazione seguirà una presentazione in cui si illustreranno gli obiettivi che si prefiggono di raggiungere e come si intenda procedere per assolvere gli impegni derivanti dall’incarico assegnato.

Sulla base di tali criteri viene stilata una graduatoria per l’assegnazione degli incarichi.

In caso di più candidature per la stessa funzione strumentale e a parità di requisiti il docente a cui affidare l’incarico verrà individuato secondo i criteri sotto indicati. Condizione necessaria per l’attribuzione delle funzioni strumentali è la congruità tra il curriculum professionale del docente aspirante e le funzioni descritte in ciascuna area richiesta.

Titoli - Punteggio Massimo

Corsi di Formazione ed Aggiornamento attinenti alla Funzione della stessa area

1 per ogni titolo 3

Incarichi attinenti alla Funzione della stessa area svolti nell’ultimo quinquennio

2 per ogni anno 10

Incarichi attinenti alla Funzione della stessa area svolti nel triennio

0,5 per ogni anno max 1,5

Titoli culturali (oltre a quello di accesso al ruolo) rilasciati da Istituzioni Statali o Paritarie

per pubblicazione 1  max 2

Competenze linguistiche certificate

certificazione 2

Competenze informatiche certificate

certificazione 2